15° giornata Campionato Regionale di Eccellenza 2012/2013 Com. Reg. Abruzzo – L.N.D. GIULIANOVA-SANTEGIDIESE: 0-1

15 a giornata Giulianova - Santegidiese
Stadio: “R.Fadini” di Giulianova
Arbitro: Carbone Francesco di Frattamaggiore; 1ass Micaroni Andrea di Pescara; 2ass Basile Giulio di Chieti.
Reti: 30’st rig. Camilli (S).
Ammoniti: Di Camillo, Campanella, 12’st e 39’st Valentini, 16’st Francia, 28’st Di Giovannantonio (G);  Gagliardi, Cristofari, 3’st Censori (S).
Espulsi: 39’st Valentini (G).
Recupero: 1’pt; 4’st.
Angoli: 5-2.

GIULIANOVA: Di Giovannantonio, Palandrani (16st Addazii), De Maria, Di Camillo, Marotta, Testoni (32pt Campanella), Valentini, Angelozzi, Improta (30st Saccia), Francia, Olivieri. Allenatore: Gennaro Grillo.
SANTEGIDIESE
: Falcetelli, Gagliardi, Forcellese, Fabrizi, Lonardo, Cristofari, Clementoni, Viozzi, Camilli (41st Pietrucci), Censori, Di Marco (34st Giansante). Allenatore: Francesco Terrani.

Il Giulianova si conferma una squadra dai 2 volti e, come capitato la settimana scorsa nella gara in casa del Pineto, il riposo di metà partita trasforma l’11 del tecnico Grillo facendolo sprofondare in una sorta di letargo che rende facile il mestiere della Santegidiese che, nella 15ma giornata del Campionato Regionale di Eccellenza 2012/2013, vince 0 a 1 al “Fadini” grazie al rigore causato dall’ennesima uscita poco felice del portiere Di Giovannantonio, che travolge l’avversario in area, e messo a segno da Camilli al 30’ del secondo tempo.

Questa è la prima battuta d’arresto per i giuliesi sotto la gestione Grillo, subentrato all’esonerato Pagliaccetti, una sconfitta che rende ora ardua la rimonta sulla prima in classifica Sulmona che non arresta il suo cammino e si porta saldamente in testa ad 8 punti dai giallorossi.

Potrebbero essere diverse le scusanti a favore dei padroni di casa che, orfani di 2 giocatori titolari molto importanti come Torbidone e Stacchiotti, nel primo tempo perdono anche Testoni che aveva stretto i denti per poter giocare ma deve arrendersi ad un infortunio dopo un tiro dalla distanza che risveglia il problema alla gamba destra.

Scusanti che non evitano a giocatori e tecnico le critiche del pubblico che, a fine gara, contesta apertamente l’atteggiamento remissivo dei giocatori visto in campo, soprattutto nella seconda parte della gara, quando gli ospiti prendono coraggio e, dopo aver gestito la gara nel primo tempo pensando solamente a difendersi, si piazzano stabilmente nella metà campo del Giulianova e si fanno vedere spesso dalla parti di Di Giovannantonio che, al 28’ come già capitato nelle ultime 3 gare, esce sulle gambe dell’avversario procurando il rigore che questa volta, a differenza delle precedenti, viene trasformato da Camilli.

Questa voce è stata pubblicata in sport e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Lascia un Commento