23° giornata Campionato Regionale di Eccellenza 2012/2013 Com. Reg. Abruzzo – L.N.D. GIULIANOVA – SULMONA: 1 – 3

23a giornata Giulianova - Sulmona
Stadio: “Rubens Fadini” di Giulianova
Arbitro: Vidali Ireneo di Pordenone; 1ass Micaroni Andrea di Pescara; 2ass Basile Giulio di Chieti.
Reti: 9’st Faragalli (G); rig 37’pt e 20’st Scandurra, 27’st Esposito (S).
Ammoniti: 36’pt Di Antonio, 9’st Calvaresi, 33’st Potacqui (G); 9’pt Reccolani, 13’pt Gasperini, 18’pt Cau, 33’pt Calà Campana, 46’pt Scandurra, 17’st Brack, 32’st Proietti (S).
Recupero: 2’pt; 4’st.
Angoli: 5-2.

GIULIANOVA: Di Giovannantonio, Palandrani (28st Addazii), Stacchiotti, Angelozzi, Di Antonio (1st Faragalli), Testoni (30st Valentini), Clementoni, Colacioppo, Torbidone, Potacqui, Tarquini. Allenatore: Gennaro Grillo.
SULMONA: Meo, Aperuta, Rubicondo, Reccolani, Gasperini, Brack, Proietti, Calà Campana, Scandurra (36st Marciano), Cau (21st Esposito), Spigonardi (38st Bernardo). Allenatore: Antonio Mecomonaco.

Il Sulmona dimostra di meritare la prima posizione in classifica e, nella 23° giornata del Campionato Regionale di Eccellenza 2012/2013, allo stadio “Fadini” si libera facilmente dei padroni di casa e diretti inseguitori del Giulianova, chiudendo la partita con un netto 3 a 1 a loro vantaggio che dimostra appieno la loro superiorità, soprattutto guardando il tabellino che parla di un rigore sbagliato per il Giulianova da Clementoni al 34’ del primo tempo ed uno siglato invece subito dopo da Scandurra che raddoppia al 20’ della ripresa dopo il momentaneo pareggio di Faragalli al 9’, mentre a chiudere il conto delle reti al 27’ ci pensa Esposito.
La sfida tra le prime due della classifica si chiude con un verdetto che sembra quasi un anticipo di fine campionato, infatti in campo si vede da una parte un Sulmona squadra quadrata che imposta il gioco ed è pericolosa ogni volta che si affaccia dalle parti di Di Giovannantonio, protetto malamente da una difesa disordinata, dall’altra parte invece un Giulianova che si affida soventemente a lanci lunghi che si risolvono in palle riconquistate dalla difesa biancorossa a cui non sfugge praticamente nulla.
Parte deciso il Giulianova che però impatta sul muro sulmonese, ben disposto in campo e pronto a ripartire puntualmente dopo ogni manovra avversaria, nonostante questo sono i padroni di casa a rendersi pericolosi prima degli ospiti ed al 13’ Torbidone reclama per un atterramento da ultimo uomo che sarebbe potuto essere rosso diretto per Gasperini che l’arbitro invece decide di ammonire solamente.
La punizione di Potacqui centrale dal limite dell’area sfiora il palo e si perde sul fondo.
Ancora Giulianova al 15’ e sempre con Torbidone che si libera in area di un avversario e calibrqa un tiro ad incrociare nell’angolino basso, Meo si distende bene e devia.
La prima occasione per il Sulmona è al 17’ con Cau che ci prova dal limite ma Di Giovannantonio e pronto a respingere.
Al 34’ Testoni viene atterrato in area da Aperuta e guadagna il rigore ma dagli 11 metri Clementoni si fa parare il tiro basso alla sua destra da Meo.
Ribaltamento di fronte e Scandurra viene strattonato in area da Di Antonio, l’attaccante sulmonese si incarica di calciare il rigore guadagnato e segna lo 0 a 1 infilando la palla angolatissima alla destra di Di Giovannantonio.
Nella ripresa Torbidone prende il posto di Di Antonio e si fa trovare pronto al 9’ quando il portiere Meo esce malamente su un cross dalla destra, la palla gli finisce sui piedi e lui non può che infilarla in rete e segnare il pareggio.
Dura poco la gioia del Giulianova che prova a manovrare ma sempre in modo inconcludente, al contrario del Sulmona che al 20’ passa nuovamente in vantaggio ancora una volta con Scandurra, lasciato colpevolmente libero di colpire da buona posizione e segnare l’1 a 2.
Sale in cattedra la squadra di Mecomonaco che inserisce anche il neo acquisto Esposito, proprio lui al 27’ dimostra di valere il prezzo di acquisto e, dalla linea di fondo, si beve 3 difensori prima di piazzare il pallone in porta faccia a faccia con Di Giovannantonio che non può far altro che raccogliere la palla dell’1 a 3 in fondo al sacco.
Un ultima occasione per parte prima della fine della gara, la prima al 39’ per Addazzi che di testa spedisce la palla tra le braccia del portiere avversario, l’altra per il Sulmona subito dopo con Esposito che dopo aver dribblato facilmente il suo marcatore, con il suo piatto non inquadra la porta spalancata davanti a lui e manda la palla poco al lato.

Questa voce è stata pubblicata in sport e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Lascia un Commento